martedì 31 ottobre 2017

LA DUCHESSA



Anno: 2008
Regista:S.Dibb
Attori:K.Knightley, R.Fiennes, D.Cooper, H.Atwell


Dimentichiamoci la storia d'amore ambienta tra le lussuose dimore del Settecento, questo è un film che tratta di una realtà che era la quotidianità in quegli anni e che ci ricorda che gli abiti sfarzosi molto spesso nascondevano violenza e tristezza.
Ragazza ambiziosa e bella, Georgiana Spencer viene promessa in sposa al duca di Devonshire, quella che però doveva essere una vita coniugale fatta di gioia e sfarzo diviene una specie di prigione dorata. Suo marito non si interessa a lei, se non per avere il tanto agognato erede maschio, troppo impegnato nelle gioie della vita di quel tempo: i cani da caccia e le donne.  Georgiana inganna il tempo tra un parto e l'altro tra feste e abiti lussuosi divenendo una vera e propria star e un modello per le donne della nobiltà, che la vogliono imitare e che la amano per i suoi gusti eccentrici. Riscuote un grandissimo successo anche tra gli uomin, non solo per la bellezza ma anche la sua intelligenza e le doti politiche, tanto da riuscire a portare il marito in una posizione sempre più di rilievo all'interno del partito di cui fa parte, senza che lui mai intervenga. 
E' proprio così che incontra Grey, giovane politicante che entrerà nella sua vita, cambiandola per sempre.
Keira Knightley è in ottima forma, come in ogni film in costume in cui recita, riesce a trasmettere
ogni emozione e pensiero con uno sguardo o un minuscolo gesto, ottima anche l'interpretazione di Fiennes che riesce a dare benissimo la sensazione di un uomo freddo e insensibile ai problemi degli altri.                                                                       Non mi è piaciuto, invece, Dominic Cooper troppo inespressivo e perennemente imbronciato, non si comprende mai che cosa il suo personaggio desideri o pensi, cosa fondamentale in una storia del genere, dove ai personaggi non è data la possibilità di comunicare liberamente. Le occhiate tra Grey e Georgina risultano, infatti, difficili da decifrare e molto spesso è osservando lei che capiamo che cosa sta succedendo tra i due,
ed è un vero peccato in quanto il loro rapporto è uno snodo centrale della storia.                     
Ma, come vi ho già detto, non è una storia d'amore questa.                Georgiana non è l'eroina di una vicenda a lieto fine, è la protagonista di una storia vera, realmente accaduta, e perciò dobbiamo confrontarci con la dura verità. La ricchezza e il titolo nobiliare non portano la felicità che spesso si sogna, ma bensì conducono ad in un tunnel di tristezza e di estremi compromessi, fatti soprattutto in nome della famiglia. A ricordare questo fatto c'è Bess, un vero e proprio  memurandum vivente di come la vita possa essere difficile per una donna, tanto da condurla al più empio tradimento per raggiungere il suo obbiettivo.
Bess è un personaggio che siamo portati ad odiare per buona parte del tempo, ma poi siamo portati a
  capire e immedesimarci con lei, cosa che sarà costretta a fare anche un'incredula Georgiana.
Il film merita di essere visto per i costumi, le ricostruzioni storiche e per i paesaggi mozzafiato che ci regala l'Inghilterra, ma soprattutto deve essere visto per riflettere su ciò che una donna è disposta a fare per la propria famiglia, un amore che ancora oggi alberga e sostiene la nostra società.

La storia di Georgiana Spencer narrata in questa pellicola è tratta dal libro di Amanda Foreman, Georgiana, qui sotto troverete delle icone che vi permetteranno di accedere alla pagina di Amazon dove potrete acquistare il libro sia in inglese che in italiano, oltre al DVD del film.
Buona visione!





Nessun commento:

Posta un commento